Primo Maggio

 18,00

di Edmondo De Amicis
Alberto, un insegnante torinese,
si unisce al socialismo spinto dalla sua profonda onestà
e dalla scoperta della bestiale condizione di povertà
in cui vivono milioni di proletari.