Mia zia non è Bocca di Rosa

di Matteo Sacco

ISBN 9791259990523

Pagg. 208 – Euro 15,00 – spedizione gratuita

Ricordi di una vita passata tra le mura della Stazione più famosa della musica italiana: quella del Paesino di Sant’Ilario cantata da Fabrizio De André in Bocca di Rosa.

AGGIUNGI AL CARRELLO→

In questo romanzo, l’autore, rievoca i ricordi di una vita passata tra le mura della Stazione più famosa della musica italiana: quella del Paesino di Sant’Ilario cantata da Fabrizio De André in Bocca di Rosa.

Qualche cenno autobiografico e qualche elemento partorito dalla creatività dell’autore porteranno il lettore indietro nel tempo, in una Riviera anni 90 in cui la Musica fa da fil rouge a un mondo incantato in cui il tempo si è fermato. Miscelando realtà e un pizzico di fantasia, Matteo Sacco, prova a raccontare nel romanzo come nasce il mito di Bocca di Rosa.

Creuze, profumi e colori delle primavere della Riviera genovese di Levante fanno da cornice, incantata, all’adolescenza di Carlo che, insieme all’amica Simona, si ritroverà catapultato in una vita, decisamente, nuova.

Il casello del Paesino di Sant’Ilario

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *