testata37

#staizitta giornalista!

di Silvia Garambois e Paola Rizzi

ISBN 9791280184504

Pagg. 144
Euro 15,00 – spedizione gratuita

 

AGGIUNGI AL CARRELLO→

 

 

«Cessa», «maestrina», «troia», «vai a fare la calza», «meriti di morire», «sei solo brava con la bocca»,
«un mostro di bruttezza e cattiveria», «strega», «a te non ti stupra nessuno»,«la vedo bene come cassiera»,
«le donne utilizzano il sesso per fare carriera»

Gli autori non sono solo leoni da tastiera solitari, sempre più spesso sono squadre di odiatori organizzati il cui scopo è silenziare il lavoro delle giornaliste

Continua a leggere “#staizitta giornalista!”

testata37

Reiscriviamo all’Albo i giornalisti ebrei radiati dal fascismo

ISBN 9791280184054

Pagg. 80
Euro 10,00 – spedizione gratuita

AGGIUNGI AL CARRELLO→

 

Il 16 febbraio 1940, 30 giornalisti di religione ebraica vennero radiati dall’Albo dei giornalisti in seguito all’applicazione delle leggi razziali.

A distanza di 80 anni, la Fondazione sul giornalismo “Paolo Murialdi”, in collaborazione con la Comunità Ebraica di Roma, ha voluto ricordare quell’evento nella sede della Fondazione, a Roma.

Introdotto dal presidente Vittorio Roidi, Enrico Serventi Longhi, autore di una ricerca negli archivi della Fondazione sulle epurazioni della categoria, ha ripercorso la vicenda e raccontato alcune delle storie personali e professionali di questi giornalisti.

A Massimo Finzi, assessore alla Memoria della Comunità Ebraica di Roma, e Silvia Haia Antonucci, responsabile dell’Archivio storico della Comunità, il compito di commentare quello che accadde prima della seconda guerra mondiale e quanto sta accadendo oggi, con gli episodi di intolleranza che si stanno verificando in Italia.

Continua a leggere “Reiscriviamo all’Albo i giornalisti ebrei radiati dal fascismo”

testata37

Il giornalista nell’età dello smartworking

ISBN 9791280184078

Pagg. 192
Euro 16,00 – spedizione gratuita

AGGIUNGI AL CARRELLO→

 

Lo smartworking è una bella invenzione o una trappola che ucciderà il giornalismo?

Il giornalista che sta a casa, lo smart working, il redattore agile, costituiscono la novità di questi terribili mesi, nei quali anche le aziende dell’informazione di fronte al pericolo del contagio hanno cercato in ogni modo di resistere e limitare i rischi.

Molte testate hanno lavorato e lavorano ancora così, è una bella invenzione o una trappola che finirà per uccidere il nostro già malconcio mestiere?

Continua a leggere “Il giornalista nell’età dello smartworking”

testata37

Attraverso le mie donne… io correvo

Enza Plotinoattraverso le mie donne… io correvo

di Enza Plotino

ISBN 978-88-99332-53-2
Pagg. 64
Euro 10,00 – spedizione gratuita

AGGIUNGI AL CARRELLO→

Il libro racconta le aspirazioni di una giovane donna che affronta la grande città di Roma, in un periodo di forti pulsioni politiche e culturali, con un prezioso bagaglio personale di militanza femminista, per inseguire il sogno di diventare giornalista.
La storia si dipana tra grandi e piccoli avvenimenti ma è centrata principalmente sugli incontri che la giovane fa con donne che diventeranno importanti per lei e per la sua formazione professionale e personale.

Tutto nel contesto di una città, Roma, che accoglie, guarda ed è, nello stesso tempo, protagonista. Il libro è un esercizio di memoria per fissare un tempo, dei luoghi, i ricordi.

Continua a leggere “Attraverso le mie donne… io correvo”

testata37

Stampa coatta

stampa coatta
Giornalismo e pratiche di scrittura
in regime di detenzione, confine e internamento

a cura di Anthony Santilli e Enrico Serventi Longhi
ISBN 978-88-99332-44-0
Pagg. 416 – Euro 18,00 – spedizione gratuita

AGGIUNGI AL CARRELLO→

I contributi raccolti in questo volume esplorano diverse forme detentive – dagli istituti carcerari all’internamento civile e militare, passando per le isole di confino e ai luoghi di esilio volontario

Come si è articolato il rapporto tra pratiche di scrittura e sistemi coercitivi nel mondo contemporaneo?
Secondo quali modalità le esperienze dello scritto – dal giornalismo sino alla pratica diaristica, dalla stampa clandestina sino a quella di prigionia, passando per il linguaggio satirico – sono state influenzate dalle misure costrittive dalle quali hanno tentato di divincolarsi e viceversa?

I contributi raccolti in questo volume esplorano diverse forme detentive – dagli istituti carcerari all’internamento civile e militare, passando per le isole di confino e ai luoghi di esilio volontario – in ambiti spaziali anche molto lontani, dall’Europa agli Stati Uniti, dalla Turchia al Mediterraneo arabo-islamico.

Continua a leggere “Stampa coatta”

testata37

il tuo nome sarà irene

il tuo nome sarà irene
il romanzo della vita di irene brin

di Claudia Fusani

ISBN 978-88-99332-32-7
Pagg. 384
Euro 18,00 – spedizione gratuita

  AGGIUNGI AL CARRELLO →

Primo classificato al xix premio di scrittura femminile “il paese delle donne” 2019

 

 

Irene Brin, (1911-1969), maestra di stile e di bon ton, come giornalista adottò vari pseudonimi: Marlene, Oriane, Mariù, Maria Del Corso, Geraldina Tron, Clara Radjanny von Schewitch e, soprattutto, Contessa Clara e Irene Brin.

Con la sua scrittura brillante e inconfondibile rivoluzionò il linguaggio paludato e depressivo delle testate italiane dell’epoca, prima interprete del cosiddetto “giornalismo di costume”. Ruolo che le rimase sempre stretto.

Continua a leggere “il tuo nome sarà irene”

testata37

L’informazione tra riforma e controriforma (1974-1981)

Paolo MurialdiL’informazione tra riforma e controriforma

di Paolo Murialdi
a cura di Giancarlo Tartaglia

ISBN 978-88-99332-35-8
Pagg. 240
Euro 15,00 – spedizione gratuita

AGGIUNGI AL CARRELLO→

Paolo Murialdi giornalista professionista, redattore capo del quotidiano milanese Il Giorno, è stato presidente della Federazione Nazionale della Stampa Italiana dal 1974 al 1981. Questo volume raccoglie gli scritti e gli interventi di Murialdi nel periodo in cui ha presieduto la Federazione e che testimoniano il suo determinante impegno nel processo di riforma dell’editoria.


Impegno
che sfocerà finalmente nell’elaborazione e nell’approvazione della legge n. 416 del 1981, che ha previsto la gradualità degli interventi economici dello Stato a favore dell’editoria giornalistica.

Continua a leggere “L’informazione tra riforma e controriforma (1974-1981)”

testata37

La dolce vita di Fraka

la dolce vita di fraka
storia di arnaldo fraccaroli, cronista del corriere della sera

di Gianpietro Olivetto
Prefazione di Gian Antonio Stella

ISBN 978-88-99332-29-7
Pagg. 512
Euro 19,00 – spedizione gratuita

 AGGIUNGI AL CARRELLO

Fraka inventore della dolce vita, cronista che sapeva fotografare con le parole, filosofo, poeta, commediografo, umorista e curioso delle donne.

 

Questo è stato il veronese Arnaldo Fraccaroli (Villa Bartolomea 1882-Milano 1956), per quasi 50 anni inviato del Corriere della Sera.
Grazie alla sua versatilità, Fraka – così amava anche firmarsi – produsse migliaia di articoli d’ogni genere e oltre cento tra romanzi, libri di viaggi, novelle, saggi, lavori teatrali e biografie (tre sull’amico Puccini).

Continua a leggere “La dolce vita di Fraka”

testata37

Il giornale è il mio amore

IL GIORNALE È IL MIO AMORE
Alberto Bergamini inventore del giornalismo moderno

di Giancarlo Tartaglia

ISBN 978-88-99332-24-2
Pagg. 288
Euro 15,00 – spedizione gratuita

 AGGIUNGI AL CARRELLO →

 

ALBERTO BERGAMINI (1871-1962), giornalista e politico del ’900 è stato l’inventore del giornalismo moderno.
Fondatore e direttore de «Il Giornale d’Italia», il quotidiano più diffuso per decenni nel centro e nel Mezzogiorno, ha inventato la terza pagina, ha introdotto l’uso delle illustrazioni e delle fotografie, ha messo al centro del giornalismo la ricerca e l’inseguimento costante delle notizie, arrivando a pubblicare sino a sette edizioni al giorno del suo giornale.
Senatore del Regno, è stato, insieme ad Albertini e Frassati, l’artefice e l’interprete di una stagione irripetibile della storia politico-giornalistica del nostre Paese.

Continua a leggere “Il giornale è il mio amore”