testata37

Piccoli contagi

di Renata Mambelli

ISBN 9791280184016

Pagg. 176
Euro 14,00 – spedizione gratuita

AGGIUNGI AL CARRELLO→

 

La nostra memoria è selettiva: cancella quello che non serve e, spesso, anche quello che andrebbe conservato. Per questo, a volte, per ricordare è utile seguire un percorso, una scia, come le famose mollichine di Pollicino, per non perderci sull’orlo di un abisso di ricordi troppo profondo.

Possono essere parole, immagini, libri. Oppure oggetti. Le mie briciole per ricostruire il passato sono stati cinquanta oggetti. Sono tutti in casa, li ho sempre avuti davanti agli occhi, ma in questo periodo di assenza forzata dal mondo ho, per la prima volta, imparato a vederli. Oggetti disparati: un mazzo di chiavi, un’icona, un tappeto, un orecchino, una scacchiera, un origami. Una scia di esperienze, di incontri, di rapporti molti dei quali sono affiorati quasi per caso alla superficie, trascinati da altri oggetti, da altre situazioni.

Continua a leggere “Piccoli contagi”

testata37

Profumo di fascismo e sali del Mar Morto

di Vittorio Pavoncello

ISBN 9791280184047

Pagg. 176
Euro 15,00 – spedizione gratuita

 

AGGIUNGI AL CARRELLO→

 

I NOSTRI TEMPI SONO SCONVOLTI DA CAMBIAMENTI DI OGNI GENERE CHE RISCHIANO DI DISTRUGGERE LA STESSA MEMORIA

L’autore al centro di quella che dovrebbe essere una tranquilla giornata estiva sulla sua terrazza si trova, invece, immerso in un repentino quanto drammatico cambiamento climatico.

Con l’appressarsi di un misterioso e minaccioso temporale viene rievocata la Shoah e immersa nei contesti attuali di negazionismi sia del clima sia della storia.

Continua a leggere “Profumo di fascismo e sali del Mar Morto”

testata37

Destinazione Ravensbrück

Destinazione Ravensbrückl’orrore e la bellezza nel lager delle donne

Nuova ristampa ampliata

di Donatella Alfonso, Laura Amoretti, Raffaella Ranise
ISBN 978-88-99332-41-9
Pagg. 144
Euro 16,00 – spedizione gratuita

AGGIUNGI AL CARRELLO→

Alcune erano bambine, partite sole o con l’intera famiglia, altre ragazze di vent’anni, madri di famiglia oppure già anziane.
Sui treni che le portavano al campo di concentramento di Ravensbrück il lager delle donne, a nord di Berlino, finirono detenute politiche, prostitute, o appartenenti a famiglie ebraiche. Reiette da isolare, da eliminare, per il regime nazista.
Mille tra le italiane deportate, di ogni età, non tornarono mai: tra loro anche alcune passate per un piccolo e quasi dimenticato centro di detenzione nell’estremo ponente ligure, a Vallecrosia, simbolo del desiderio di rimozione.

Continua a leggere “Destinazione Ravensbrück”

testata37

Il mestiere delle armi – Guida ai sacrari e ai musei miitari

prefazione del Ministro della Difesa

ISBN 9788899332921
Pagg. 208
Euro 12,00 – Spedizione gratuita

AGGIUNGI AL CARRELLO→

Il mestiere delle armi è un invito a visitare quell’ineguagliabile patrimonio di storia e di cultura custodito nella fitta rete di sacrari e musei militari che si dipana attraverso l’Italia, teatro di tante guerre e battaglie che hanno lasciato una traccia profonda nella nostra terra e nella nostra storia.

Continua a leggere “Il mestiere delle armi – Guida ai sacrari e ai musei miitari”

testata37

Attraverso le mie donne… io correvo

Enza Plotinoattraverso le mie donne… io correvo

di Enza Plotino

ISBN 978-88-99332-53-2
Pagg. 64
Euro 10,00 – spedizione gratuita

AGGIUNGI AL CARRELLO→

Il libro racconta le aspirazioni di una giovane donna che affronta la grande città di Roma, in un periodo di forti pulsioni politiche e culturali, con un prezioso bagaglio personale di militanza femminista, per inseguire il sogno di diventare giornalista.
La storia si dipana tra grandi e piccoli avvenimenti ma è centrata principalmente sugli incontri che la giovane fa con donne che diventeranno importanti per lei e per la sua formazione professionale e personale.

Tutto nel contesto di una città, Roma, che accoglie, guarda ed è, nello stesso tempo, protagonista. Il libro è un esercizio di memoria per fissare un tempo, dei luoghi, i ricordi.

Continua a leggere “Attraverso le mie donne… io correvo”