di Maurizio Piccirilli

prefazione di Marco Bucci, sindaco di Genova

Il giorno del diavolo

Il naufragio della London Valour. Una mite giornata di aprile di cinquanta anni fa. Improvvisamente un forte vento di burrasca si abbattè sul porto di Genova, è quello che i marinai inglesi chiamano Genoa Cyclone.

 4,99 14,00

ISBN

9791280184207

pag

112

ISBN

9791280184207

pag

112

Il naufragio della London Valour

Una mite giornata di aprile di cinquanta anni fa. Improvvisamente un forte vento di burrasca si abbattè sul porto di Genova, è quello che i marinai inglesi chiamano Genoa Cyclone.

Alcune navi in rada riuscirono a togliere gli ormeggi. Così non fu per la London Valour, nave cargo battente bandiera britannica. Il libeccio soffiò cento chilometri l’ora, il mare a forza 8, per la London Valour, con i motori in avaria, non ci fu speranza.

Un manipolo di soccorritori affrontò il mare in burrasca a ridosso della diga foranea Galliera e riuscì a salvare parte dell’equipaggio.
Trentotto sopravvissuti sulle cinquantotto persone che erano a bordo. Fu la sfida a Nettuno e a Eolo di marinai del porto, uomini della Capitaneria che sfidarono le onde gigantesche così come un piccolo elicottero dei vigili del fuoco pescò letteralmente alcuni naufraghi.

Quel 9 aprile 1970 la motovedetta della Capitaneria di porto, CP233, al comando del tenente di vascello Giuseppe Telmon, si infilò nelle onde alte fino a dieci metri e recuperò i marinai filippini a più riprese, senza mai indietreggiare.

Una tragedia vissuta in diretta da tutta la città di Genova che assistette impietrita a quel dramma rimasto così forte nella memoria che il cantautore genovese Fabrizio De Andrè gli dedicò una canzone metafora di quei tempi.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Solamente clienti che hanno effettuato l'accesso ed hanno acquistato questo prodotto possono lasciare una recensione.

Libri Correlati

Titolo

Torna in cima